BaggioToday

Baggio, parchi pieni di sporcizia e degrado. La protesta sui social

Gli abitanti postano le foto sui social network. Sotto accusa gli atti vandalici e i rom che si spostano di parco in parco

Bottiglie rotte al Parco Valsesia (foto Fb)

Uno dei problemi delle periferie milanesi (e non solo) è il degrado che può "bussare" nei parchi e nelle aree verdi. Svegliarsi di mattina e trovare decine di bottiglie di birra rotte per terra in un parchetto non è certamente il miglior "buongiorno". E non invita a frequentare quel parchetto, né da soli né con i bambini o i cani.

Negli ultimi giorni, nel quartiere di Baggio, sono diversi gli episodi segnalati dai cittadini sui social network, in particolare nel gruppo "Sei di Baggio", molto frequentato dagli abitanti della zona. E così vengono diffuse le immagini dei cocci di bottiglia al Parco Valsesia, ma anche i cestini strabordanti (con rimasugli per terra) nei giardinetti di via Nikolajewka e di via Anselmo da Baggio, a dimostrazione che la situazione è generalizzata.

A onor del vero, spesso Amsa riesce a ripulire queste aree verdi dalle sporcizie in breve tempo, ma non sempre. Qualche volta, invece, la condizione resta pessima per alcuni giorni di fila. E comunque tutto appare una lotta quotidiana, perché dove viene pulito, poi viene di nuovo sporcato. La questione non riguarda solo il quartiere di Baggio: tempo fa, su MilanoToday abbiamo dato conto di una apparente "notte di follia" in piazzale Segesta, a San Siro, sempre nel Municipio 7. Anche in questo caso, non un episodio isolato. 

Un altro dibattito online riguarda invece i rom che vivono nel quartiere, in camper e roulottes parcheggiate ora in via Cusago, ora altrove. Secondo i residenti nella periferia ovest, e per stessa ammissione di Marco Bestetti (Forza Italia, che presiede il Municipio 7), gli sgomberi si risolvono in realtà in spostamenti, come se fosse un gioco a "guardie e ladri" esteso a diversi quartieri. Tanto per dire, tra fine maggio e inizio giugno alcune roulottes sono state segnalate al Parco di Trenno, dove finora non si erano viste. 

Che lo sgombeo degli insediamenti, da solo, non faccia altro che spostare il problema in un'altra "piazza" è esperienza ormai decennale a Milano: accadeva con l'amministrazione di Letizia Moratti, accadeva con quella di Giuliano Pisapia, accade oggi.

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel?

  • Perchè alcune persone vengono punte dalle zanzare e altre no?

  • Come avere labbra carnose ed ottenere un effetto volumizzante

  • Problemi di pancia gonfia? Scopri i rimedi naturali più efficaci

I più letti della settimana

  • Milano, una notte di fuoco in via Palmanova: furioso incendio nel centro commerciale. Foto

  • Studentessa 22enne della Bocconi morta a Napoli: è precipitata dal settimo piano

  • Paura all'Esselunga: donne aggrediscono la guardia con una siringa infetta dopo la rapina

  • Marco, il ragazzo trovato morto in piscina a Milano: la tragedia dopo un bagno di notte

  • Sciopero generale trasporti il 24 luglio, blocco totale: gli orari dello stop a mezzi Atm e treni

  • Tragico incidente sulla A4, schianto fra tre auto: sette feriti, una bimba di 5 anni in coma

Torna su
MilanoToday è in caricamento