BaggioToday

Via Civitali, il Cantiere davanti all'assessorato: "No agli sgomberi"

La protesta del centro sociale contro il piano di sgomberi di Aler nella palazzina da ristrutturare

La manifestazione del Cantiere (Fb)

Manifestazione di una trentina di antagonisti del centro sociale Cantiere e del comitato Abitanti San Siro davanti all'assessorato alla casa di via Pecorari: si è svolta nel pomeriggio di martedì 27 settembre.

Oggetto della protesta, la situazione di via Civitali 30, palazzina quasi interamente occupata che, nei piani di Aler, deve essere ristrutturata. L'azienda ha già provato a farla sgomberare a febbraio, ma senza successo. Gli antagonisti protestano che i piani di sgombero siano stati «riferiti prima ai media che agli inquilini» e chiedono «trasparenza dei progetti e dei soldi spesi e partecipazione a partire da chi quelle case le abita e a partire dagli abitanti che quel quartiere lo vivono».

In via Civitali 30 - denunciano gli antagonisti - vivono circa trenta bambini: alcuni in età prescolare, altri frequentano le scuole del quartiere. «Un'eventuale mobilità forzata che non tenga conto della loro tutela sicuramente sarà responsabile di un trauma non necessario», scrivono in una nota.

LA STORIA DI VIA CIVITALI 30 

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel?

  • Perchè alcune persone vengono punte dalle zanzare e altre no?

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

  • Come lavare i cuscini del divano

I più letti della settimana

  • Milano, una notte di fuoco in via Palmanova: furioso incendio nel centro commerciale. Foto

  • Sciopero nazionale dei trasporti in arrivo: a Milano a rischio metro, bus, tram, treni e taxi

  • Marco, il ragazzo trovato morto in piscina a Milano: la tragedia dopo un bagno di notte

  • Bimba ha un tumore al cuore: salvata a Milano con il primo intervento con gli ologrammi

  • Follia su un volo Air Italy per Malpensa: uomo impazzisce e aggredisce tutti, aereo costretto a tornare

  • Lavoro, il Comune di Milano assume: aperte 350 posizioni, ecco dove inviare i curriculum

Torna su
MilanoToday è in caricamento