BaggioToday

Via Abbiati, patto con cittadini e associazioni: ecco il nuovo arredo urbano

Rastrelliere, oasi, giochi da asfalto e la scritta "Abbi Cura": la novità

I giochi da asfalto in via Abbiati

Rastrelliere per biciclette, giochi da asfalto, zebre multicolore, dissuasori contro la sosta irregolare, viabilità trasformata in Zona 30, panchine in legno con piante e fiori di contorno. E' il nuovo arredo urbano di un tratto di via Abbiati (numeri pari), a San Siro, inaugurato domenica 24 marzo frutto della collaborazione tra il Comune di Milano, il Municipio 7 e diverse associazioni: il gruppo di ricerca del Politecnico "Mapping San Siro", "Alfabeti, "Genera", "Imby" e "Temporiuso.net". 

A coronare il tutto, due grandi scritte che, in punti diversi, formano la frase "Abbi cura". Abbi, come Abbiati. E abbi cura, un invito rivolto a tutti: alle stesse istituzioni ma anche agli abitanti della via. Fa specie vedere la parola "cura" campeggiare davanti a uno dei caseggiati non ancora ristrutturati nele parti comuni, ma questa è la condizione delle case popolari a Milano. E qui parliamo di una via senza identità, interamente di case popolari Aler (anche se alcuni appartamenti sono stati alienati), con i "soliti" problemi di occupazione abusiva e degrado

Alleanza con associazioni e cittadini

E' la prima volta che il Comune sperimenta una "alleanza", una collaborazione per la rigenerazione urbana con le associazioni territoriali per arrivare ad amministrare in modo condiviso i beni comuni. All'inaugurazione, domenica mattina, c'erano il sindaco Giuseppe Sala e diversi assessori: Lorenzo Lipparini (cittadinanza attiva), Marco Granelli (mobilità), Gabriele Rabaiotti (lavori pubblici) e Pierfrancesco Maran (urbanistica). E poi diversi esponenti del Municipio 7 e del Comune, come il delegato alle perierie Mirko Mazzali e la consigliera comunale Alice Arienta. 

Il prossimo passo consisterà nel mantenere "viva" la strada e la sua riqualificazione, aumentando il grado di socialità (e socializzazione) e contando sulla collaborazione dei residenti. «Festeggiamo la restituzione di via Abbiati ai suoi residenti, possibile grazie all'urbanismo tattico e ai patti di collaborazione», ha dichiarato Lipparini: «Questo intervento, insieme a molti altri che stanno maturando in città, fa parte di una sperimentazione che da un anno consente la collaborazione concreta tra Comune di Milano e cittadini attivi sul territorio. Attraverso l’intenso lavoro congiunto di tantissime realtà finalmente quest'area della città potrà tornare a vivere e animarsi portando un miglioramento della qualità della vita e della fruizione dello spazio pubblico a beneficio dei cittadini del quartiere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore a Milano, ragazzo trovato morto in casa: cadavere in avanzato stato di decomposizione

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento