BaggioToday

Via Tracia, dove i lavori in corso diventano discarica

Lavori (infiniti e in ritardo) di box interrati hanno creato una sorta di "zona franca" nel quartiere San Siro, dove una rotonda è diventata deposito di oggetti ingombranti

Immondizia alla fine della via (foto Melley)

San Siro, via Zamagna. A pochi passi dalla scuola Radice di via Paravia in procinto di "morte lenta" per l'impossibilità di aprire una prima classe col tetto del 30% di stranieri. E infatti i taxisti lo chiamano sbrigativamente "quartiere arabo".

In via Zamagna sono in corso i lavori per la realizzazione di box interrati per i residenti. 65 posti al prezzo di 24.900 o 39.900 euro a seconda della dimensione. E la via, naturalmente, è stata chiusa. I lavori dovevano iniziare nel 2009 e concludersi nel 2010, ma sono in ritardo. Per questo motivo, l'intersezione tra via Tracia e via Zamagna è stata chiusa, ed è stata anche realizzata una mini-rotonda alla fine di via Tracia per consentire alle automobili di fare comodamente inversione.

Comodamente? Beh, non proprio. Come dimostrano le fotografie, infatti, il termine della via è usato per deposito di oggetti ingombranti. Non è certo un caso isolato, un po' in tutto il quartiere si trovano questi "depositi" improvvisati. Ma qui la cosa significativa è che bisogna arrivarci apposta per accorgersene. Via Zamagna è infatti ovviamente chiusa al traffico, e solo transitando a piedi si vede il degrado. E via Tracia non è certo una strada di grande scorrimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia è impensabile che i vigili urbani non siano mai stati informati, visto che in via Paravia, a due passi, ogni lunedì mattina si tiene il mercato. E pensare che l'Amsa è pagata (da tutti) per ritirare gratuitamente oggetti ingombranti e portarli in discarica. Si potrebbe pensare che l'amministrazione comunale non si ricorda che esista San Siro. Eppure non è così. Giuliano Pisapia ha avuto, prima delle elezioni, il suo piccolo "bagno di folla", e una volta eletto sindaco è venuto in via Mar Jonio (dove ha sede il comitato abitanti) come primo atto dopo la vittoria. Quindi scartiamo l'ipotesi che la giunta di centro-sinistra ignori lo stato delle cose. Non resta che attendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento