BaggioToday

Rastrelliere per bici, giochi sull'asfalto, oasi di giardinaggio: ecco come sarà via Abbiati

La strada del quartiere popolare di San Siro è ora senza identità

Il rendering di via Abbiati

Alcune associazioni e il Comune di Milano (anche col Municipio 7) si sono "uniti" per un obiettivo comune, riqualificare via Abbiati, strada del quartiere popolare di San Siro. Il patto di collaborazione è stato firmato a Palazzo Marino il 21 dicembre. Per il Comune c'era l'assessore alla cittadinanza attiva Lorenzo Lipparini (Radicali/+Europa). Le associazioni coinvolte sono il gruppo di ricerca del Politecnico "Mapping San Siro", "Alfabeti, "Genera", "Imby" e "Temporiuso.net". 

Tra gli interventi previsti: una nuova grafica colorata con disegni a zebra e giochi per asfalto sul lato sinistro di via Abbiati, con vernici stradali non indelebili; tre piccole oasi, vasche per il giardinaggio. E ancora, nuove rastrelliere per biciclette, dissuasori contro la sosta irregolare e una grande scritta decorativa in metallo con la frase "Abbi cura". I lavori inizieranno a febbraio 2019.

"La firma di oggi - spiega l’assessore Lipparini - è doppiamente significativa per l’importanza dell’intervento che sarà realizzato e per l’innovativa forma di collaborazione che stiamo introducendo nel rapporto tra amministrazione e cittadini. Si tratta infatti del primo patto di collaborazione applicato alla rigenerazione urbana che viene siglato da Comune e associazioni nell’ambito della sperimentazione dell’amministrazione condivisa dei beni comuni, lanciata lo scorso marzo. Uno strumento informale e accessibile a tutti che mette il Comune e i cittadini, singoli o associati, sullo stesso piano in una alleanza per la cura degli spazi e dei beni comuni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Allo stesso tempo - continua - diamo il via a un progetto di riqualificazione che può contare sul lavoro coordinato da progettisti e associazioni attivi sul territorio che hanno dialogato costantemente con il Municipio 7 e l’amministrazione comunale, proponendo una soluzione che permetterà ai residenti della zona di tornare a vivere e animare il loro spazio pubblico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento