BaggioToday

San Siro, i comitati: «Il verde pubblico non si tocca, a rischio un parco di 80 alberi»

Assemblea pubblica in piazza Axum giovedì 17 ottobre

Il giardino Helenio Herrera e lo stadio di San Siro

Partono all'attacco i comitati della zona immediatamente più vicina allo stadio dopo l'incontro con i dirigenti di Milan e Inter a Cascina Monastero, sede del Municipio 7, durante il quale i club hanno ricevuto contestazioni.

Per giovedì 17 ottobre, alle 18.30, è stata organizzata un'assemblea pubblica sull'abbattimento del Meazza ma anche su altre questioni del territorio. L'appuntamento è al ristorante di piazza Axum (angolo via Capecelatro). I promotori sono VerdeSanSiro e Difendisansiro. 

I comitati non si battono soltanto per evitare l'abbattimento dello stadio ma chiedono che sia vincolato a verde il parco pubblico (con 80 alberi ad alto fusto) aperto da poco nel piazzale del Meazza, lato via Tesio, che sarebbe "sacrificato" perché lì verrebbe eretto il nuovo stadio. E' pur vero che nel complesso l'area a verde pubblico aumenterebbe con il parco che sarebbe realizzato dove ora c'è il Meazza.

Ma i comitati parlano anche del "corridoio verde" da piazzale Lotto a Figino attraverso il Monte Stella, gli ippodromi, il parco vicino al Meazza, il parco di Trenno e il Bosco in Città. Un corridoio che secondo i comitati sarebbe a rischio perché il "quartiere ippico" ha aree escluse dal vincolo della Sovrintendenza (del 2004) e della Città Metropolitana (del 2017): in particolare, l'ex Ippodromo del Trotto con le sue scuderie sarebbe a rischio "speculazione edilizia". E' notizia dei quest'anno l'acquisto da parte di Hines.

Per il "parco Ovest"

L'intenzione dei comitati è quella di chiedere alla Sovrintendenza di porre una "dichiarazione di interesse" di tipo culturale e storico-etnografico per tutta l'area verde descritta, in modo da creare una specie di parco Ovest. Intanto Milan e Inter stanno analizzando le risposte al questionario diffuso online per i residenti nel quartiere e per i milanesi in generale, e prendono atto delle prime indicazioni per modificare eventualmente i progetti (due quelli in lizza), ad esempio trovando un sistema per salvaguardare la sagoma del secondo anello del Meazza, un dettaglio oltretutto richiesto dalla stessa Sovrintendenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

Torna su
MilanoToday è in caricamento