BaggioToday

Pennelli e vernice per cancellare scarabocchi dalle case popolari: ecco il cleaning day

I primi palazzi che verranno ripuliti saranno quelli di via Nikolajevka (zona Bisceglie)

Ragazzi che cancellano scarabocchi dai muri di Milano

Pennelli e vernice per eliminare scritte, scarabocchi e tag dai muri delle case popolari. Il primo appuntamento, in programma sabato 28 settembre in via Nikolajevka (zona Bisceglie), sarà dedicato ad Antonio Iosa, l'ex esponente della Dc gambizzato dalle Br nel 1980 e morto il 29 agosto scorso a 86 anni. Ma ne seguiranno altri: comune di Milano, MM e i Comitati Milanesi, riuniti nella giornata di giovedì 5 settembre a Palazzo Marino, hanno sottoscritto un accordo operativo per eliminare i graffiti non autorizzati dalle periferie. I prossimi appuntamenti, nel dettaglio, si terranno in via Santi Ferdinando 6/8 e via Guido Coppin 3.

Gli edifici più imbrattati sono stati individuati da Mm insieme al comune di Milano. Ai volontari che si presenteranno al cleaning day verrà fornito tutto il materiale necessario per svolgere il lavoro: tute, guanti, materiale pulente atossico e vernici, attrezzi. Insieme ai volontari che risponderanno all’appello, il lavoro di ripulitura e tinteggiatura sarà svolto da quelli, una sessantina, che più assiduamente fanno parte del Coordinamento dei Comitati Milanesi, da oltre vent’anni punto di riferimento e di organizzazione di numerose realtà pronte a partecipare, con senso civico, a iniziative realizzate per il bene della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo tipo di brutture non colpisce solo il senso estetico – spiegano Salvatore Crapanzano e Fabiola Minoletti, rispettivamente presidente e vicepresidente del Coordinamento Comitati milanesi – ma ha anche un effetto psicologico, alimentando il senso di insicurezza e di sfiducia dei cittadini. Eliminarle, quindi, diventa un gesto importante e significativo. Finito il lavoro, lasceremo agli inquilini le vernici rimanenti, in modo che possano intervenire immediatamente se le scritte vandaliche dovessero ripresentarsi. Questo tipo di intervento da parte degli abitanti è già avvenuto in molti altri casi, dimostrando che mantenere pulite le facciate è possibile. Insieme ai volontari che risponderanno all’appello, per il lavoro di ripulitura e tinteggiatura del 28 saranno presenti una sessantina di volontari del Rotary e Rotaract Milano Castello che già da anni collaborano su alcune attività di cleaning”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Milano, volanti all'inseguimento di uno scooter: finisce con un incidente e un arresto

Torna su
MilanoToday è in caricamento