BaggioToday

Quarto Cagnino, si accendono le nuove luci nel parco del Fanciullo

Le nuove lampade sono a basso consumo energetico ed emanano una luce bianca. Moratti: "Aree verdi più sicure". Simini: "Prossimi interventi nelle aree De Angeli, Gambara, Venezia e Selinunte"

Inaugurata la nuova illuminazione del parco del Fanciullo (ex parco Fratelli Zoia) nel quartiere di Quarto Cagnino, a Milano. Le nuove lampade emanano una luce bianca, e non gialla, che oltre ad agevolare la vista consumano meno.

“Le nuove luci bianche – ha spiegato il sindaco Letizia Moratti– che sostituiscono la classica luce gialla, grazie a una migliore qualità e resa cromatica, contribuiscono a rendere più sicura e vivibile la nostra città, valorizzando allo stesso tempo le nostre strade, i nostri parchi e le nostre piazze. Un grande risultato che risponde alle esigenze espresse dai cittadini".

I lavori per dotare tutto il quartiere di Quarto Cagnino non si fermeranno qui. Le prossime aree interessate dal “Piano d'illuminazione” saranno via Marx, via Constant, via Sant’Elena, via Lammennais, via Quarto Cagnino, via Fratelli Bozzi, via Mignone e molte altre.

“La nuova illuminazione sarà completata entro marzo - ha reso noto  l’assessore ai Lavori Pubblici e Infrastrutture Bruno Simini, che non ha potuto prendere parte all’inaugurazione -. Solo poche settimane fa abbiamo fatto splendere via Procaccini e numerose strade adiacenti di oltre 500 nuovi punti luce. Abbiamo poi acceso i nuovi impianti nell’area di via Paruta, nell’ambito Monza/Padova e abbiamo dotato di nuova illuminazione anche il quartiere Ponte Lambro”.

“Tra i lavori in corso e quelli ultimati dal 2008 ad oggi, quando abbiamo messo a punto il nuovo piano di illuminazione - ha aggiunto Simini - Milano si sta arricchendo di 10.000 luci nuove con l’obiettivo di arrivare a illuminare secondo i nuovi criteri un quarto della città entro la fine del mandato".
“Tra le prossime tappe – ha annunciato l’assessore - tutta l’area De Angeli, Gambara e Selinunte, il completamento dell’ambito Monza-Padova e l’area di corso Venezia".

Il parco. Progettato nel 1978 con una superficie complessiva di 36.200 m², è strutturato in un percorso principale e in vialetti secondari che conducono a diverse zone di sosta.  Al suo interno un’area recintata di oltre 5.000 m² ospita un campo da basket/pallavolo, una pista da pattinaggio a rotelle, due aree gioco (di cui una attrezzata e recintata e l’altra al coperto),  due aree per gli amici a quattro zampe, servizi igienici mobili pensati anche per i disabili e servizio di sorveglianza.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Due scioperi in tre giorni, stop a metro Atm e treni Trenord: il mese infernale dei pendolari

Torna su
MilanoToday è in caricamento