BaggioToday

Forze Armate, "errore tecnico". Ma non si sa quando verrà rimediato

Secondo indiscrezioni, la pista ciclabile doveva fermarsi all'ospedale militare. Qualcuno dice che l'errore verrà risolto tra una settimana, qualcun altro a settembre. Pronto un ricorso

Anche i ciclisti non sembrano amare la ciclabile di via Forze Armate (foto Melley)

La pista ciclabile di via delle Forze Armate è ancora lì. Dopo la bagarre dei primi giorni, non si è ancora mosso nulla. Qua e là, però, le acque sembrano agitarsi. Innanzitutto alcuni cittadini hanno scritto sulla bacheca Facebook del sindaco Pisapia per chiedergli di ripensare il modo in cui sono state tracciate le strisce gialle che - lo ricordiamo - non permettono una separazione fisica tra ciclisti e automobilisti (e anche mezzi dell'Atm) e in almeno un caso restano continue nonostante la presenza di un passo carrabile.

Nel frattempo il consigliere di zona del Pd Riccardo Rocco era già intervenuto con una telefonata in comune e, a MilanoToday, aveva confermato l'intenzione dell'amministrazione di rimettere mano alla neonata pista ciclabile. Si attendeva un intervento a breve. Che per il momento non c'è stato, ma non si esclude che la settimana prossima i tecnici ordineranno qualcosa.

Sembra infatti, da indiscrezioni, che la pista dovesse fermarsi all'ospedale militare: un errore banale, quindi, che ha provocato molti disagi e molte arrabbiature tra residenti e commercianti del tratto che fa fino all'incrocio con via Primaticcio, perché ora non possono più parcheggiare le loro automobili da nessuna parte. Le vie limitrofe, infatti, sono già stracolme (ed è agosto).

Intanto il consigliere comunale Fabrizio De Pasquale (Pdl) ha buttato sul tavolo l'ipotesi di un ricorso al Tar. "Un'ansia da realizzazione di piste ciclabili - ha commentato De Pasquale - ma queste sono percorsi ad alta pericolosità proprio per i ciclisti, e una beffa per residenti che, a loro insaputa e senza che sia loro stato chiesto un parere, si vedono privati dei posteggi auto". Secondo De Pasquale, c'è stata solo un'ordinanza di un dirigente dell'assessorato. Non, quindi, una decisione politica dell'assessore Maran.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si diceva, però, che si sarebbe trattato di un mero errore. Ma i tempi? Secondo alcuni consiglieri di zona di maggioranza, l'errore verrà rimediato la settimana prossima al più tardi. Ma a MilanoToday l'ufficio stampa dell'assessorato fa sapere che c'è la possibilità che tutto sia rimandato a settembre, dopo le vacanze. Poco male: in agosto molti negozi chiudono e molti residenti sono via da Milano. Resta da capire perché non c'è stata l'adeguata comunicazione preventiva, per la quale però, ormai, è troppo tardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento