BaggioToday

Condannato l'ex parroco di Muggiano per prostituzione minorile

Ma il giudice ha escluso due aggravanti. Un anno e dieci mesi per il sacerdote, sospeso il 25 marzo dalla diocesi

don Alberto Lesmo

E' stato condannato don Alberto Lesmo, 48enne già parroco di Santa Marcellina (Muggiano) e decano di Baggio, a processo con l'accusa di prostituzione minorile. Secondo le indagini, avrebbe avuto rapporti sessuali con un adolescente che poi avrebbe utilizzato il denaro per acquistare cocaina. Il processo si è tenuto con rito abbreviato.

La condanna è ad un anno e dieci mesi, come stabilito dal gup Gennaro Mastrangelo che non ha riconosciuto due aggravanti contestate al sacerdote (la procura aveva chiesto la condanna a tre anni e quattro mesi). In particolare, ha escluso l'aggravante di avere violato i doveri derivati da essere ministro di culto. Questo perché il giovane non era tra i ragazzi che frequentavano la parrocchia (ma era stato contattato attraverso una chat) e quindi il sacerdote, secondo il gup, non aveva "funzioni educative" verso di lui. La procura era di diverso avviso perché i rapporti sessuali sarebbero avvenuti in locali inerenti alla parrocchia.

L'altra aggravante esclusa dal gup è quella dei rapporti a pagamento con minore di 16 anni, perché non è accertato quale fosse l'età esatta del giovane all'epoca del primo rapporto tra lui e il prete.

Secondo l'accusa i rapporti sarebbero andati avanti per uno o due anni fino al 2011, con un pagamento di 150-200 euro alla volta. Tutto sarebbe poi finito con una segnalazione da parte di un ospedale che aveva visitato il giovane in seguito ad un tentato suicidio. 

Il 25 marzo, giorno del Venerdì Santo 2016, la diocesi di Milano ha comunicato di avere sospeso don Alberto Lesmo. Tutta Muggiano, sotto shock, non ha parlato d'altro per settimane.

Il gup ha anche disposto la trasmissione degli atti alla procura dei minorenni con l'ipotesi di induzione alla prostituzione, perché - dalle indagini - sarebbe emerso, da parte di don Alberto, il "suggerimento" di una chat a cui registrarsi per un altro ragazzo che si prostituiva. Infine è stato anche condannato Guido Milani, ex presidente di un centro ricreativo di Lecco, che avrebbe avuto a sua volta rapporti sessuali con il giovane, in cambio di denaro o direttamente di cocaina, e in un caso avrebbe anche abusato del ragazzo. Milani è stato condannato a quattro anni e sei mesi.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Nessun patrocinio della Regione Lombardia al Milano Pride 2018

  • Cronaca

    Ladro cerca di rubare una bici da 7 mila euro, cade e batte la testa: gravissimo

  • Cronaca

    Urta lo specchietto nel sorpasso: inseguito e colpito alla testa con mazza da baseball

  • Porta Venezia

    Milano: prendono a sprangate un ragazzo per rapina e fanno scappare il suo rottweiler

I più letti della settimana

  • Fattorino Just Eat si schianta contro tram durante un sorpasso: amputata parte di gamba

  • Mille Miglia 2018, tappa a Milano: dove passano le auto e che percorso fanno

  • Tassista stupra, rapina e scaraventa fuori dall'auto in corsa una prostituta 20enne: preso

  • Omicidio in via Meucci, ragazzo ucciso dall’amico dopo una serata tra alcol e droga

  • Dramma a Cassano: ragazzino si tuffa nell'Adda e resta incastrato sott'acqua per oltre un'ora

  • Stazione Centrale, accerchiato, minacciato e rapinato da 4 persone in pieno pomeriggio

Torna su
MilanoToday è in caricamento