BaggioToday

Viene a Milano con la famiglia per le feste di Natale: latitante arrestato in un albergo

L'uomo era in un albergo di via Airaghi. È stato tradito dall'alert alloggiati. La storia

Nel suo paese doveva scontare ancora una lunga condanna. Eppure, dopo essersi trasferito in Spagna, era venuto a Milano per festeggiare il Natale. Ma proprio a Natale la sua fuga è finita. 

Un uomo di ventisette anni, un cittadino argentino residente nella penisola iberica, è stato arrestato il 25 dicembre mattina perché destinatario di un mandato di cattura internazionale per una pena residua da scontare di due anni e 11 mesi. Il 27enne è stato tradito da un "alert alloggiati", il sistema in dotazione agli alberghi che segnala in automatico alle forze dell'ordine quando un cliente è ricercato. 

A quel punto, alle 5.30, il giovane è stato bloccato dalla polizia proprio in un hotel di via Airaghi, in cui si trovava con la sua famiglia. 

L'argentino, stando a quanto riferito, era stato condannato nel suo paese a tre anni di carcere perché ritenuto responsabile di un incidente in cui aveva perso la vita un automobilista. Il 27enne, però, aveva scontato un solo mese ed era poi sparito. Almeno fino alle vacanze di Natale milanesi. 

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Due scioperi in tre giorni, stop a metro Atm e treni Trenord: il mese infernale dei pendolari

Torna su
MilanoToday è in caricamento